Come trattare i dolori cervicali e il mal di testa da zona contratta?

La cervicalgia è un dolore molto comune che si può prevenire con dei semplici rimedi

La cervicalgia è un dolore molto comune che si può prevenire con dei semplici rimedi

Parlando di prevenzione sarebbe sufficiente mantenere una postura corretta, tenersi lontano da sbalzi di temperatura o colpi d’aria, evitare traumi e mantenersi in movimento con una ginnastica adatta. Sembra facile, ma la vita di tutti i giorni sembra che remi contro questi piccoli accorgimenti.

Quindi…

Innanzi tutto bisogna fare una precisazione: dire “dolore alla cervicale” è sostanzialmente errato, la formula corretta è “dolore alla zona cervicale”.

Dire “mi fanno male le cervicali” è scorretto perché i dolori non interessano solamente le ossa vertebrali cervicali, ma una zona ben più ampia che comprende anche muscoli e fasci tendinei.

Come si manifesta il dolore alla zona cervicale?

Il dolore cervicale è spesso associato a mal di testa, cefalea, emicrania, senso di sbandamento e offuscamento generale. Si possono presentare anche vertigini e giramenti di testa, accompagnati da nausea e vomito.

Altri sintomi strettamente collegati alla cervicalgia possono essere spossatezza e stanchezza cronica, disturbi del sonno e stress.

Chi è soggetto alla cervicalgia?

Solitamente la cervicalgia si manifesta dopo i 50 anni. Ci sono persone che iniziano a manifestare questi sintomi già a 35 anni, se non prima.

A parte i dolori cervicali dovuti all’avanzare dell’età e all’usura (o schiacciamento) delle cartilagini articolari, la maggior parte delle cervicalgie è dovuto a un’alterazione non grave delle strutture meccaniche delle prime vertebre del collo.

Le cause dei dolori cervicali in questo caso sono frequenti in soggetti che assumono posizioni sbagliate del collo per motivi lavorativi o di abitudini errate o chi ha subito il classico “colpo di frusta, o anche semplicemente  è stato esposto a un colpo d’aria (o di freddo).

I soggetti più colpiti sono: chi lavora molto al computer, chi di professione sta molto alla guida o chi solleva pesi.

Se non trattata in tempo, la cervicalgia può sfociare in ARTROSI CERVICALE.

In questo caso i soggetti più a rischio sono:

  • Chi assume posizioni sbagliate del collo: coloro che lavorano a lungo al computer, studenti che stanno molte ore piegati sui libri.
  • Chi assume posizioni sbagliate del collo: gli imbianchini costretti a una iperestensione del collo, chi solleva pesi.
  • Chi fa uno sforzo traumatico non adeguato a livello del collo: Infortuni sul lavoro, incidente in auto (classico tamponamento), movimenti bruschi, colpi di frusta

Tutti questi fattori possono essere le cause di un trauma alla zona muscolo-scheletrica del collo, provocando quindi il dolore cervicale.

Rimedi e metodi per trattare la zona cervicale

Se la cervicalgia provoca dolori frequenti, o anche saltuari, ma fastidiosi, è necessario comunque avere una diagnosi medica per stabilire le cause del dolore. Si intraprende quindi un percorso riabilitativo per riprendere le funzionalità e la mobilità della zona colpita.

Sotto il controllo di un medico, si possono assumere farmaci specifici come antidolorifici  antinfiammatori da prendere per via orale o con delle infiltrazioni oppure, quando è possibile, ricorrere a rimedi più naturali e salutari.

Per curare le contratture muscolari o meglio, alleviare i dolori nella zona cervicale, sono efficaci “trattamenti caldi”.

Nel caso fosse presente un’infiammazione si potrebbe usare un impacco freddo per ridurla e l’impacco caldo per allentare la contrattura e rilassare la muscolatura cervicale. Leggi come fare l’impacco di sale caldo

Altri rimedi molto efficaci per “curare la cervicale” sono i massaggi e le manipolazioni manuali operate da professionisti esperti.
Il massaggio alla zona cervicale può portare sollievo in poche sedute.

I massaggi per trattare le cervicali hanno lo scopo di rilassare, allentare le contratture e riprendere i normali movimenti.

Trattamento delle cervicali con il Taping.

Curare le cervicali con il taping
Applicazione taping per curare le cervicali

Per trattare le cervicali è possibile associare altri tipo di trattamenti come le applicazioni di taping specifiche per la cervicalgia.

Il taping cervicale è un metodo molto apprezzato e i suoi benefici sono costanti durante tutto l’arco della giornata. Dopo l’applicazione, infatti, il cerotto lavora 24h su 24h per 2-3 giorni. Non da fastidio nei movimenti e, coperto dai vestiti, è praticamente invisibile.

É molto importante però che l’applicazione del taping sia fatta da una persona esperta,  correttamente formata, all’uso di questa tecnica. In questo modo, si evita d’incorrere in spiacevoli complicazioni, dovuti alla mancanza di esperienza.

Il cupping per il trattamento cervicale

La coppettazione cinese è un metodo molto antico usato anche come rimedio per

la zona cervicale infiammata.

Cupping per curare le cervicali
Guarire le cervicali con la coppettazione cinese

Per i dolori cervicali è molto adatta la coppettazione detta “a Caldo”. Si utilizzano delle coppette di vetro che vengono scaldate internamente, e poi applicate in punti specifici del corpo. Grazie al vuoto si attaccano alla pelle come una ventosa (vacuum).

Questa tecnica di coppettazione a caldo è utile contro la cervicalgia perché, grazie al calore e alla suzione, si allentano le tensioni muscolo scheletriche. Inoltre le zone trattate con la coppettazione vengono irrorate e ossigenate con un maggiore flusso sanguigno.


Le difficoltà della vita ti tolgono tutte le energie?

Iscriviti alla newsletter di Auraspei e scopri Emergenza5:
il metodo per ritrovare equilibrio e calma interiore, nella vita di tutti i giorni.


Ti potrebbero interessare anche: